Lavora con noi

Design della ristorazione: il progetto di Maurizio Lai per AJI, tra delivery e take away

Per il marchio di asporto e consegna di cucina giapponese e asiatica, Maurizio Lai interpreta i vincoli e le opportunità di questa epoca attraverso un’originale gestione dello spazio e un innovativo modello di business. All'interno del “White Paper” Design Tech for Future, le riflessioni sul futuro della ristorazione di Maurizio Lai.

Milano, maggio 2020 | Il mondo del food si confronta con inediti scenari, vincoli, sistemi normativi e abitudini di consumo. Nuove opportunità si aprono per chi sa offrire agli ospiti esperienze originali, inventando nuovi processi e format. È il caso di AJI, il marchio di asporto e consegna di cibo asiatico ideato da Claudio Liu, a cui Maurizio Lai ha dato forma, spazio, profondità e dimensione tattile, con un progetto di interior che riflette l’eleganza e l’impeccabile servizio del brand.

L’architetto Maurizio Lai da anni progetta per il settore della ristorazione, sviluppando una ricerca che non si limita al visibile, ma agisce sulla costruzione delle esperienze per dare forma al modello di business dei brand. Per questo è stato selezionato come coordinatore del tavolo di lavoro dedicato alla ristorazione di DesignTech for Future, il “White Paper” promosso dal DesignTech Hub di MIND Milano Innovation District.

AJI: il concept e la formula

Quello di AJI è un ambiente pensato per restituire alla clientela il senso di velocità e qualità che contraddistingue la proposta gastronomica. Lo spazio è costruito per la gestione dell’attesa: Maurizio Lai disegna il tempo che le persone trascorrono mentre il cibo viene finalizzato, realizzando un livello di esperienza che agisce sulle emozioni e utilizza la materia per restituire al pubblico i valori del marchio.

L’architetto usa la luce per espandere l’ambiente: il soffitto si trasforma in una tela tridimensionale, con corpi pendenti affiancati a un pattern geometrico costruito con luci e riflessi. Superfici satinate in gres ad effetto travertino, elementi di arredo su misura, impreziositi da giochi di luce trasportano il design in un ambiente solitamente affidato ad una progettazione prettamente funzionale. Lo spazio integra, senza discontinuità di linguaggio, l’ampia ed elegante cucina su strada, dove si consuma a vista dei passanti, il rituale di preparazione di piatti raffinati.

Il format di AJI è unico nel suo genere: specialità asiatiche di qualità superiore vengono lavorate in una cucina ad alto tasso tecnologico, consegnate rapidamente, curate e sostenibili. Un solo tavolo, un unico ambiente che si affaccia sulla cucina a vista: il modello di AJI rimane avanguardistico e innovativo anche in questo periodo di distanziamento forzato.

AJI offre non solo servizio di asporto, ma anche di consegna: gestita direttamente dal marchio, con mezzi e personale dedicato, assicura la massima cura di ogni dettaglio, dalla cucina a casa. Per perfezionare la sicurezza del delivery, i box verranno presto dotati di uno speciale film antibatterico.
L’imprenditore Claudio Liu, socio fondatore di AJI e titolare di IYO e IYO AALTO, ha annunciato anche il progetto di realizzare una Dark Kitchen a Milano Est: sarà così possibile raggiungere una clientela maggiore, offrendo gli stessi piatti, prodotti e la cura che contraddistinguono il marchio.

Il futuro della ristorazione nel “White Paper” DesignTech for Future

Con le sue riflessioni sul futuro della ristorazione, Maurizio Lai ha contribuito alla definizione di DesignTech for Future, il “White Paper” promosso dal DesignTech Hub di MIND Milano Innovation District: un documento programmatico per la ripartenza, strutturato in 13 tavoli di lavoro tematici, firmato da una task force internazionale composta da progettisti, aziende e professionisti di settore.

Il coordinamento del tavolo dedicato alla ristorazione è stato affidato proprio a Lai che, in collaborazione con Paolo Barichella (Food Lifestyle), ha stilato riflessioni e linee guida per il settore della ristorazione: per affrontare l’emergenza Covid-19 tra design e innovazione.

Il fenomeno del food delivery, di cui già negli ultimi anni si è registrata una forte diffusione e il debutto nel mondo dell’alta cucina – come nel caso di AJI – ha di fatto anticipato il mutamento in atto” afferma Lai. “Ghost Kitchen o Cloud Kitchen, dedicate alla distribuzione del cibo esclusivamente all’esterno della struttura, andranno a crescere, mentre per le start-up sarà il momento di lanciare soluzioni innovative o usufruire di spazi come le Virtual Kitchen.”

Lai riflette sulla ripartenza del mondo del food non solo dal punto di vista del business: ambiente, distanze, comfort ed experience saranno elementi sempre più cruciali nella definizione dei nuovi spazi della ristorazione. L’architetto prevede processi di sanificazione attiva per purificare gli ambienti in completa sicurezza, nuove tecnologie per favorire operazioni touchless e liberare spazi. Oltre a una rinnovata organizzazione dei layout per garantire un senso di privacy e comfort.


News
Privacy policy

INFORMATIVA E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO DI DATI PERSONALI COMUNI E SENSIBILI AI SENSI DEL D.Lgs. 196/2003

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano. Si tratta di un’informativa che è resa anche ai sensi dell’art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 – Codice in materia di protezione dei dati personali a coloro che interagiscono con i servizi web di Nemo Monti, per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica a partire dall’indirizzo:

www.nemomonti.com corrispondente alla pagina iniziale del sito ufficiale.

L’informativa è resa solo per il sito di Nemo Monti e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente tramite link.
L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE, hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.

IL “TITOLARE” DEL TRATTAMENTO
A seguito della consultazione di questo sito possono essere trattati dati relativi a persone identificate o identificabili.
Il “titolare” del loro trattamento è il Sig. Nemo Monti.

LUOGO DI TRATTAMENTO DEI DATI
I trattamenti connessi ai servizi web di questo sito hanno luogo presso la predetta società, e sono curati solo da personale tecnico dell’Ufficio incaricato del trattamento, oppure da eventuali incaricati di occasionali operazioni di manutenzione.
Nessun dato derivante dal servizio web viene comunicato o diffuso al di fuori delle due società sopra citate.
I dati personali forniti dagli utenti che inoltrano richieste di invio di materiale informatico (newsletter, risposte a quesiti) sono utilizzati al solo fine di eseguire il servizio richiesto e sono comunicati a terzi nel solo caso in cui ciò sia a tal fine necessario.

TIPI DI DATI TRATTATI
Dati di navigazione I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti. In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server, la dimensione del file ottenuto in risposta, il codice numerico indicante lo stato della risposta data dal server (buon fine, errore, ecc.) ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione.
I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni. Dati forniti volontariamente dall’utente l’invio facoltativo, esplicito e volontario di posta elettronica agli indirizzi indicati su questo sito comporta la successiva acquisizione dell’indirizzo del mittente, necessario per rispondere alle richieste, nonché degli eventuali altri dati personali inseriti nella missiva.
L’invio facoltativo, esplicito e volontario del percorso professionale e relativi dati personali ed identificativi comporta la successiva acquisizione di tutti i dati scritti, questi verranno conservati per una settimana e poi eliminati. Specifiche informative di sintesi verranno progressivamente riportate o visualizzate nelle pagine del sito predisposte per particolari servizi a richiesta.

COOKIES
Nessun dato personale degli utenti viene in proposito acquisito dal sito.
Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati c.d. cookies persistenti di alcun tipo, ovvero sistemi per il tracciamento degli utenti. L’uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell’utente e svaniscono con la chiusura del browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito.

I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.